A Thiene si prepara a partire la nuova linea del depuratore “Astico”

Procede l'opera di separazione delle reti fognarie

Tappa all’impianto di depurazione “Astico” di Thiene per il Presidente di Viacqua, Giuseppe Castaman e per il Direttore Generale, Alberto Piccoli.
Obiettivo della visita delle scorse settimane è stato verificare lo stato di avanzamento dei lavori di adeguamento del depuratore che attualmente serve 20 comuni dell’Alto Vicentino.

Con una spesa di 7,3 milioni di euro sono in corso alcuni interventi sugli apparati esistenti e l’attivazione di una secondo linea di trattamento dei reflui realizzata ex novo. La nuova area dell’impianto conta due nuove sezioni biologiche, tre nuovi sedimentatori secondari ed un nuovo comparto di filtrazione terziaria.
L’opera beneficia di un contributo del Ministero dell’Ambiente (oggi Ministero della Transizione Ecologica) per un totale di 1 milione di euro.

I lavori mirano così a migliorare la gestione dei reflui, in particolare quando si verificano picchi occasionali di portata e carico, oltre alle prestazioni depurative complessive dell’impianto, con particolare riferimento alle stagioni invernale e primaverile, quando le più basse temperature incidono negativamente sui processi biologici.

Con la realizzazione della nuova linea di trattamento, infine, l'impianto beneficerà di un potenziamento che lo renderà in grado di fronteggiare le previsioni di crescita del numero di abitanti dell’area servita nel medio e lungo termine. Dai 127.000 abitanti equivalenti si potrà così arrivare fino a 157.000.

“Quello di Thiene è il cantiere più grande attualmente in corso a cura di Viacqua – ha spiegato il Presidente di Viacqua, Giuseppe Castaman e rappresenta un intervento strategico per il territorio servito. Nel complesso è stata migliorata di netto l’intera dotazione tecnologica per un depuratore più prestante. Infine, grazie ad alcune soluzioni costruttive emerse in fase realizzativa, potremo efficientare alcuni trattamenti particolarmente energivori e ridurre di conseguenza i consumi dell’intero impianto.” 

Qui l'intervento del Presidente Castaman.