Sostanze perfluoroalchiliche (Pfas)

Acqua erogata dall'acquedotto

Viacqua effettua il monitoraggio periodico delle reti di distribuzione e di tutte le fonti di approvvigionamento del sistema acquedottistico, anche per la presenza di sostanze perfluoroalchiliche (PFAS).
I risultati confermano che le concentrazioni di queste sostanze nell’acqua di acquedotto distribuita da Viacqua sono quasi ovunque ad di sotto della soglia di rilevabilità.
Le tracce di pfas rinvenute presso alcuni punti di approvvigionamento, ben al di sotto dei limiti stabiliti, sono all'attenzione del gestore e delle autorità ambientali e sanitarie locali.

I Comuni di Noventa Vicentina e Sossano sono stati oggetto di particolare attenzione, perché alimentati da un punto di prelievo situato nell’area colpita dall’inquinamento. In questi due Comuni le concentrazioni rilevate dal 2013 sono sempre state abbondantemente sotto i parametri stabiliti dalle autorità sanitarie competenti.

Acqua proveniente da pozzi privati

I livelli di performance per i PFAS stabiliti dalla Regione Veneto valgono anche per gli utenti non allacciati alla rete dell’acquedotto, che attingono acqua per uso potabile da pozzi privati.
I proprietari di pozzi utilizzati a scopo idropotabile, per l’abbeverata degli animali o per la produzione alimentare, devono effettuare campioni per la ricerca dei PFAS e comunicare i risultati all’ULSS competente per le valutazioni. In caso di superamento dei limiti di accettabilità, l’ULSS provvederà ad effettuare dei sopralluoghi e fornire indicazioni sulle azioni correttive da adottare.

Per quanto riguarda gli approvvigionamenti idrici autonomi (pozzi privati), nel territorio Viacqua sono interessate dalla contaminazione da PFAS alcune porzioni dei territori di Altavilla Vicentina, Arcugnano, Creazzo, Monteviale, Noventa Vicentina, Sossano, Sovizzo, Trissino, Vicenza.
Per questi Comuni Viacqua si è resa disponibile ad effettuare le analisi dell'acqua di pozzo per la ricerca dei PFAS. I cittadini interessati possono compilare il modulo di richiesta (nel quale sono indicati anche i relativi costi) e seguire le indicazioni per la consegna dei campioni. Resta ferma la possibilità di rivolgersi a qualsiasi laboratorio analisi di propria fiducia.
Per gli altri Comuni, i cittadini interessati possono rivolgersi, come di norma, ad un laboratorio analisi.