Bonus idrico

Bonus idrico sociale

Il bonus idrico sociale è una misura di carattere nazionale volta a ridurre la spesa per il servizio idrico integrato per le famiglie in condizioni di disagio economico.

La misura consente ai beneficiari di non pagare un quantitativo minimo di servizi prestati, considerato necessario al soddisfacimento dei bisogni essenziali, pari a 50 litri al giorno a persona (18,25 mc di acqua all'anno), per ogni componente della famiglia anagrafica dell’utente.

Hanno diritto al bonus sia gli intestatari di un contratto di fornitura idrica ad uso domestico residente, sia coloro che abitano in un condominio, ma non hanno un proprio contratto di fornitura idrica (utenti indiretti) che presentino:

  • ISEE non superiore a € 8.265;
  • ISEE non superiore a € 20.000 per nuclei familiari con almeno 4 figli a carico;
  • beneficiari del reddito di cittadinanza o della pensione di cittadinanza.

Dal 2021 il bonus idrico viene riconosciuto automaticamente ai cittadini e nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che debbano presentare domanda. E' sufficiente che ogni anno il cittadino/nucleo familiare presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l'attestazione ISEE. Per maggiori informazioni consultare questo link

La richiesta del bonus acqua può essere fatta contemporaneamente ai bonus sociali energia e/o gas.

Agli intestatari del contratto di fornitura, il bonus viene erogato in bolletta, decurtando parte dell'importo da pagare, mentre gli utenti indiretti riceveranno il bonus, in un'unica soluzione, con accredito sul conto corrente bancario o postale oppure con assegno circolare non trasferibile.
Il sostegno ha una durata annualeil rinnovo avviene automaticamente previa verifica dei requisiti.

 

Bonus idrico integrativo

Il bonus idrico integrativo è una misura di carattere locale che riduce la spesa per il servizio idrico integrato per le famiglie in condizioni di disagio economico.
Possono beneficiare del bonus idrico integrativo gli utenti domestici, diretti o indiretti, in situazioni di disagio economico e sociale, individuati dai Servizi Sociali dei Comuni, ai quali Viacqua applica in bolletta la riduzione assegnata.