Scarichi industriali

L’azienda dotata di scarico industriale, deve essere in possesso dell’Autorizzazione unica ambientale (AUA) o di autorizzazione allo scarico per le acque meteoriche di dilavamento.
La tariffa di fognatura e depurazione verrà calcolata sulla base della quantità e della qualità dei reflui scaricati in fognatura.

La tariffa industriale  

Con la deliberazione 28 settembre 2017 665/2017/R/idr, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (“Arera”) ha definito il Testo Integrato dei Corrispettivi Servizi Idrici (TICSI) rivedendo i criteri dell’articolazione tariffaria da applicare agli utenti industriali.

Deliberazione ARERA n. 665/2017/R/idr del 28.09.17

Con le delibere n. 17 del 13 dicembre 2018, n. 6 del 16 aprile 2019, n. 10 del 15 dicembre 2020 e n. 6 del 24 novembre 2022 il Consiglio di Bacino “Bacchiglione” ha approvato l'aggiornamento tariffario per gli anni 2022-2023 e ha adottato la nuova struttura tariffaria e i relativi coefficienti.

https://www.atobacchiglione.it/delibere-di-assemblea

 
Misura dei volumi scaricati

In caso di utilizzo di acqua di acquedotto, per determinare i corrispettivi di fognatura e depurazione dei reflui industriali, in assenza di misuratore allo scarico, il volume del refluo sarà assunto pari al volume fornito dall’acquedotto in gestione di Viacqua (D.Lgs. 152/06, art. 155, comma 4 e Regolamento di Fognatura e Depurazione dell’ATO Bacchiglione, Art. 73).
È consigliabile effettuare periodicamente l’autolettura e inviare comunicazione della lettura al 31 dicembre entro il 31 gennaio di ogni anno.
In caso di utilizzo di acqua da fonti differenti dal pubblico acquedotto, come pozzi o sorgenti, è necessario comunicare annualmente, entro il 31 gennaio, il quantitativo di risorsa idrica prelevata, ai sensi dell’art. 165 del D.Lgs 152/2006 e dell’art. 73 del Regolamento di Fognatura e Depurazione dell’ATO Bacchiglione, che integra le previsioni di legge.
Se è installato un misuratore allo scarico, è necessario trasmettere al gestore anche i volumi scaricati, effettuando una lettura del/i misuratore/i in prossimità del 31 dicembre di ogni anno.
Sarà cura di Viacqua inviare all'utente una circolare con le modalità di effettuazione della denuncia, entro il 31 dicembre di ogni anno.

Autorizzazioni allo scarico e pareri

Le domande di parere AUA e/o Autorizzazione allo scarico acque meteoriche di dilavamento vanno presentate in modalità telematica allo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) del Comune dove ha sede l’attività produttiva.

Contratto per il servizio di fognatura e depurazione reflui industriali e acque meteoriche

Il Consiglio di Amministrazione di Viacqua Spa del 26.10.22 (Delibera n. 126) ha disposto di adottare, per la disciplina degli aspetti contrattuali del servizio di fognatura e depurazione dei reflui industriali e delle acque meteoriche i seguenti contratti:
 
- Contratto per il servizio di fognatura e depurazione di acque reflue industriali e di reflui industriali autorizzate/i allo scarico in pubblica fognatura;
Contratto per il servizio di fognatura e depurazione di acque meteoriche autorizzate allo scarico in pubblica fognatura;
Contratto per il servizio di fognatura e depurazione di acque meteoriche autorizzate allo scarico in pubblica fognatura. Ai sensi dell'art. 39, comma 3) delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano di Tutela delle Acque.
 
Con tali contratti viene regolamentata l'erogazione, da parte di Viacqua SpA, del servizio di fognatura (raccolta ed allontanamento), depurazione e scarico delle acque reflue industriali e delle acque meteoriche provenienti dall'area, in cui l'utente svolge la propria attività, ed immesse nella rete fognaria gestita da Viacqua.
Sarà cura di Viacqua inviare all'utente la proposta contrattuale, a seguito rilascio del Provvedimento autorizzativo da parte dell'autorità competente, ed elaborare l'Allegato Tecnico (Allegato 1) indicato nelle premesse del contratto.