Creazzo: il nuovo serbatoio Masare pronto al debutto

Creazzo: il nuovo serbatoio Masare pronto al debut

Due camere per una capacità di stoccaggio pari a 5.000 metri cubi d’acqua, è il nuovo serbatoio “Masare” costruito da Viacqua sulle pendici delle colline sopra Creazzo, inaugurato ufficialmente questa mattina alla presenza di amministratori e tecnici.

L’opera, per un valore di 2,3 milioni di euro, in queste settimane sta affrontando le operazioni di riempimento con relative prove di tenuta. Oltre al nuovo serbatoio, l’intervento include anche la posa di 1.300 m di nuove condotte e la ristrutturazione della centrale “Crosara” che sorge poco più a valle.

Il potenziamento del sistema acquedottistico dell’area incastonata tra i comuni di Creazzo, Sovizzo, Monteviale, Gambugliano e Altavilla consentirà la successiva dismissione del serbatoio “Roma”, che oggi presenta una capienza ridotta e sorge ad una quota che rende più difficile distribuire adeguatamente l’acqua fino ai punti più lontani della rete.

A lavori ultimati saranno circa 20.000 gli abitanti che beneficeranno del netto miglioramento del sistema di distribuzione, messo in difficoltà negli ultimi anni dalla crescita di residenti e allacci nell’area che hanno reso di conseguenza più complicato assicurare la continuità del servizio ai punti più periferici della rete idrica.

La struttura che ospita il nuovo serbatoio è stata inserita con attenzione nel contesto paesaggistico. All’esterno è stata rivestita con sasso faccia vista e l’intera area circostante verrà inerbata e piantumata per ridurre l’impatto complessivo del serbatoio. Nell’ambito degli interventi è stata inoltre realizzata la nuova bitumatura del tratto finale di Via Masare.

“Il nuovo serbatoio di Creazzo – è il commento del Presidente di Viacqua, Giuseppe Castamanassicurerà una migliore efficienza della distribuzione di acqua potabile nei comuni dell’area eliminando i problemi legati ai cali di pressione che si segnalavano lungo la rete della zona. La crescita del numero di utenze, ma anche l’aumento del prelievo idrico rendono indispensabile l’efficientamento dei serbatoi, oltre che delle reti di adduzione e distribuzione, per assicurare una buona capacità di riserva e riducendo al minimo i disagi per l’utenza in caso di intervento.”

“Si concludono nel nostro comune due opere fondamentali – spiega il Sindaco di Creazzo, Carmela Maresca come i cantieri di Viale Italia e questo nuovo serbatoio. Si dà così risposta ad un problema che da tempo mi viene presentato dai cittadini, in particolare quelli che risiedono nell’area collinare. Girando molto il nostro territorio è capitato più volte che mi venisse segnalato il quantitativo ridotto di acqua in uscita dai rubinetti in alcuni momenti e il verificarsi di cali di pressione. Oggi invece questo problema trova soluzione e per questo ringrazio Viacqua con il Presidente Castaman.”