Estendere i sistemi di telecontrollo sulle reti per migliorarne il monitoraggio

Estensione sistemi di telecontrollo

 

Viacqua ha intrapreso fin dal 2018, in seguito al processo di fusione, un complessivo piano di rinnovo e progressivo adeguamento delle reti informatiche e dei sistemi di telecontrollo.
L’ampliamento ha lo scopo di aggiornare il tutto sotto il profilo tecnologico, migliorando le performance. Si sta quindi spostando sempre più il sistema su cloud, anziché su server fisici. Di conseguenza si è dato seguito all’implementazione degli impianti di sollevamento fognari dell’area nord e alla migrazione degli impianti fognari, di depurazione e acquedotto dell’area sud da server fisico a cloud.

Questo ha comportato la sostituzione di numerosa componentistica, ormai obsoleta, quali router, modem, ma anche periferiche.

Il progetto, con un valore di 6,3 milioni di euro, porterà entro il 2023 ad incrementare significativamente il numero di impianti dotati di sistema di telecontrollo. Si passerà così dagli attuali 659 a 1.070 impianti monitorati, con aumento in termini percentuali dal 35% al 57%.

Risulteranno così collegati al telecontrollo il 100% degli impianti di sollevamento e depurazione in gestione a Viacqua, il 74% degli impianti di acquedotto nell’area sud e il 34% di quelli che sorgono nell’area nord.

L’intera operazione migliorerà la capacità di analisi dei dati, rendendo più efficace e rapida l’individuazione di eventuali anomalie e l’attivazione del pronto intervento.

Grazie alla presenza su server cloud, molte verifiche e interventi potranno anche essere svolti da remoto, migliorando ulteriormente i tempi di risposta.