Procede l'opera di separazione delle reti fognarie a Marola

Procede l'opera di separazione delle reti fognarie
Proseguono nella frazione di Marola a Torri di Quartesolo i lavori per il completamento della separazione delle reti fognarie.
Il cantiere, i cui lavori saranno terminati nel corso del 2023, ha un valore complessivo di 4 mln di euro, di cui 480.000 euro a carico di SAR - Servizi a Rete per un intervento di manutenzione straordinaria che riguarda la rete gas.
A lavori conclusi, l’intera area quartesolana sulla sinistra del fiume Tesina potrà contare su reti di smaltimenti separate, consentendo così una migliore gestione dei reflui collettati all’impianto di depurazione di Grisignano e lo smaltimento delle acque meteoriche con una linea dedicata. L'attuale rete fognaria sarà riservata al deflusso delle acque meteoriche, mentre al suo fianco sarà posata un nuovo sistema di condotte per il collettamento delle sole acque nere.

Nelle scorse settimane il Presidente di Viacqua, Giuseppe Castaman, e il Direttore Generale, Alberto Piccoli, hanno effettuato un sopralluogo sul posto. Accompagnati dalla direzione lavori hanno così visionato lo stato di avanzamento del primo dei due stralci previsti dal progetto.
Le lavorazioni hanno permesso il completamento dei 2 km di nuova rete fognaria previsti a progetto e di circa il 70% degli allacciamenti (111 quelli totali). Sul fronte acquedottistico, invece, sono stati posati 1.900 metri di tubature dei 3.200 complessivi. Successivamente dovranno essere realizzati un totale di 143 allacciamenti.

Il secondo stralcio, con un valore di 350.000 euro è attualmente in fase di progettazione e prevede opere complementari che riguarderanno sia la rete di acquedotto che quella fognaria.

"Si tratta di un cantiere importante - ha commentato il Presidente di Viacqua, Giuseppe Castaman - per il miglioramento e il potenziamento di reti esistenti volto ad offrire un servizio sempre più efficiente per i cittadini e una maggiore tutela dei corsi d'acqua. La separazione delle reti, intervento sempre più diffuso e voluto anche da Viacqua, consente infatti di gestire in modo ottimale i reflui propriamente detti, togliendo al tempo stesso la componente delle acque meteoriche che, soprattutto in presenza di forti precipitazioni, rischiano di far tracimare il sistema fognario e che, diluendo i reflui, rendono meno efficaci gli stessi processi depurativi."

A lavori conclusi, sarà inviata a tutte le utenze interessate un'apposita comunicazione da parte di Viacqua con la quale saranno fornite le indicazioni per procedere all'allaccio alla nuova rete fognaria entro un anno, quali operazioni e verifiche compiere all'interno della proprietà privata e quali documenti compilare.
 
Qui l'intervento del Presidente Castaman.