Risorgive del Bacchiglione scelte per le iniziative di Iuav

Risorgive del Bacchiglione scelte per le iniziativ
24 maggio 2023

Le Risorgive del Bacchiglione hanno aperto le porte agli studenti dello Iuav nell’ambito di una nuova collaborazione con l’ateneo veneziano, Viacqua e Fondazione Studi Universitari di Vicenza. L’area naturalistica gestita da Viacqua per conto della Provincia di Vicenza dallo scorso anno è oggetto di un apposito piano di sviluppo che intende potenziarne il ruolo di hub culturale e formativo.  

I partecipanti sono andati alla scoperta dei circa 20 ettari di quest’area dal profilo unico, inserita in una delle zone umide e sopra uno degli acquiferi tra i più importanti d’Europa.  Qui si custodisce una ricca biodiversità fatta di piante, insetti, anfibi, ma anche specie ittiche, uccelli e mammiferi.

Di fatto questa prima iniziativa è solo il “la” di una più ampia programmazione che sta prendendo forma in queste settimane con gli Atenei del Veneto.
A giugno è infatti previsto un hackathon, evento multidisciplinare in cui gli studenti saranno coinvolti per la risoluzione di uno specifico problema assegnato a livello nazionale, organizzato tra gli altri da Iuav e Associazione Tondo, oltre ad un ciclo di workshop e laboratori interattivi che si terranno anche nei nuovi spazi dello Iuav a Vicenza e durante il quale gli studenti saranno chiamati a ideare e progettare un prototipo di prodotto finalizzato ad una gestione migliore della risorsa idrica, in ottica di risparmio, tutela e valorizzazione.

«Viacqua con la Fondazione Studi Universitari sta passando dalla parole ai fatti – è il commento del Presidente di Viacqua, Giuseppe Castaman in un percorso tracciato già lo scorso anno e che vuole portarci a costruire una proposta di alta formazione proprio alle Risorgive del Bacchiglione. Sarà dedicata alle tematiche del servizio idrico e dell’economia circolare, trattando argomenti che in questi mesi sono già oggetto di diverse proposte quali la nuova rassegna RISORGIVE – Incontri per un presente sostenibile che si è chiusa a metà maggio e che ha visto la partecipazione di oltre 800 persone, ma anche con la tappa di Le Fabbriche della Sostenibilità che ha ospitato l’esperto di risorse naturali e sicurezza ambientale Giulio Boccaletti. Infine, con la sinergia nata con AcegasApsAmga e la creazione del “parco dell’acqua” tra Risorgive e Oasi di Villaverla, l’offerta potrà svilupparsi ulteriormente con una forte vocazione alla cultura dell’acqua, della sostenibilità e dell’innovazione.»