Viacqua approva il bilancio 2019: investimenti su (+14%) e quasi 600 posti di lavoro creati nell'indotto

In modalità telematica, per rispettare le norme di prevenzione sanitaria, è stato approvato oggi dall'Assemblea dei Soci di Viacqua il bilancio consuntivo 2019.

Quello che esce dal documento messo ai voti è uno stato di salute ottimo per la società pubblica berica che gestisce il ciclo idrico integrato per 68 comuni vicentini, con una popolazione servita pari a 550 mila persone e 260 mila utenze.

L'esercizio 2019 si è chiuso con ricavi complessivi per 72,8 milioni di euro e un utile di 5,8 milioni di euro, che i Soci hanno deciso di destinare all'autofinanziamento degli interventi di miglioramento di reti e impianti.

Segno positivo davanti al capitolo relativo agli investimenti per migliorare le infrastrutture idriche, che salgono del 14% rispetto all'anno precedente e che ammontano complessivamente a 28,6 milioni di euro, 52 euro investiti per ciascun abitante servito.
Investimenti che portano ad un miglioramento del servizio e ad una maggiore tutela dell'ambiente, ma che si traducono anche in importanti ricadute sul territorio. Sotto il profilo occupazionale, infatti, si calcola che, oltre ai 305 lavoratori dipendenti di Viacqua, i posti di lavoro andatisi a creare nell'indotto siano quasi 600, per un indotto che ammonta a 57 milioni di euro, oltre la metà dei quali rimarrà in provincia di Vicenza.

“I numeri che escono anche dal bilancio 2019 – è il commento del Presidente di Viacqua, Angelo Guzzo – sono la conferma dell'impegno di Viacqua per il proprio territorio. Mai come oggi continuare ad investire in opere pubbliche è fondamentale per sostenere una ripresa concreta dell'intero sistema-Paese. La fotografia dell'esercizio concluso si unisce agli impegni fissati nel piano delle opere del prossimo triennio, dove troviamo 168 milioni di euro di investimenti per assicurare acqua pulita e potabile, reti efficienti e i migliori standard di trattamento dei reflui. È questo un impegno che non riguarda solo la sostenibilità ambientale del nostro operato, ma anche una concreta vicinanza ai cittadini che serviamo.”

Tre i settori principali in cui si concentra l'operato di Viacqua: acquedotto, fognatura, depurazione.

Per quanto riguarda le reti acquedottistiche, il 2019 ha visto investimenti per oltre 7 milioni di euro destinati alla sostituzione delle tubazioni e dei contatori, con l'obiettivo di ridurre le perdite idriche mentre 3,5 milioni di euro sono stati investiti per assicurare la continuità del servizio, la sicurezza e la qualità dell'acqua erogata.

Sulla rete fognaria si sono concentrati interventi per 3,8 milioni di euro volti all'estensione nelle aree non ancora servite e altri 5 milioni sugli interventi di miglioramento dell'efficienza della rete complessiva.

Tappa finale del ciclo idrico integrato curato da Viacqua è la depurazione. Qui il 2019 ha segnato un impegno pari a 5,5 milioni di euro rivolti al costante miglioramento degli standard qualitativi dell'acqua trattata e depurata che esce dagli impianti, oltre che sul trattamento e smaltimento dei fanghi di risulta.

“Nel corso dell'anno – conclude Guzzo – non sono mancati gli aumenti dei costi per alcune voci esterne all'azienda, come ad esempio i fanghi di depurazione, a cui però abbiamo saputo far fronte grazie alla sempre attenta e responsabile gestione delle risorse e ad un efficientamento dei costi operativi. All'Assemblea dei Soci è stato proposto di poter mantenere gli utili in azienda per proseguire nel finanziamento degli investimenti che intendiamo incrementare. Sono quindi soddisfatto che anche quest'anno si sia scelto di proseguire su questa strada."

"I sindaci soci - aggiunge Alberto Samperi, presidente dell'assemblea di coordinamento dei Comuni soci di Viacqua - hanno il dovere di controllare l'azienda come controllano i propri uffici comunali e l'approvazione del bilancio è il momento di fare il punto sull'attività svolta. Il lavoro nel corso dell'anno è stato intenso e i risultati del 2019 non possono che vederci ampiamente soddisfatti sia sul piano economico finanziario, dove tutti gli indicatori di prestazione sono ampiamente positivi, che sul piano operativo con un incremento importante degli investimenti. A distanza di due anni dalla fusione di Acque Vicentine ed Alto Vicentino Servizi possiamo dire che le sinergie e le efficienze attese stanno pagando e che l’integrazione delle strutture aziendali sta procedendo correttamente. Per l’anno a venire gli obiettivi sono ambiziosi ma il lavoro di squadra tra i Soci, il CDA e la direzione aziendale e a cascata con tutti i collaboratori ci lascia sereni nell’affrontare anche le situazioni più complesse."

"Viacqua è un'azienda solida - conclude il Sindaco di Vicenza, Francesco Rucco - che apporta continui miglioramenti alle infrastrutture idriche, incrementando il valore del nostro territorio. Ma allo stesso tempo è un'organizzazione attenta agli aspetti sociali: nel 2019 le utenze più deboli sono state sostenute con agevolazioni per oltre 400 mila euro e sono certo che anche nel 2020 non mancherà l'attenzione anche alle nuove situazioni di fragilità generate dall'emergenza sanitaria."

Dichiarazione Angelo Guzzo, Presidente di Viacqua
Dichiarazione Alberto Samperi, presidente dell'assemblea di coordinamento dei Comuni soci di Viacqua 


Data ultimo aggiornamento ultimo aggiornamento 29/05/2020
Viacqua gestisce il servizio idrico integrato in 68 comuni della provincia di vicenza.
Preleva per tutti i cittadini acqua pulita e sana, la trasporta nelle case, la fa defluire quando è sporca e la restituisce depurata all’ambiente.
torna su